La Riccoboni Holding tra le nove start up più green - Riccoboni Holding

Vai ai contenuti principali
Holding

La Riccoboni Holding tra le nove start up più green

 
La-Riccoboni-Holding-tra-le-nove-start-up-piu-green

La Riccoboni Holding è tra le nove aziende segnalate nell’ambito del Premio Sviluppo Sostenibile 2013, organizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile dell’ex ministro Edo Ronchi e da Ecomondo - Fiera di Rimini, con l'adesione del Presidente della Repubblica  e il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico. Il riconoscimento viene assegnato annualmente a imprese distintesi per attività e progetti che producano rilevanti benefici ambientali e abbiano un contenuto innovativo nonché positivi effetti economici e occupazionali. La segnalazione per la Riccoboni Holding è arrivata nella sezione “start-up”, grazie alle attività realizzate in uno degli insediamenti produttivi del gruppo, ovvero lo stabilimento Grassano a Predosa (AL), destinato al recupero dei filtri olio per auto. A ritirare il riconoscimento durante la cerimonia di premiazione, che si è svolta a Rimini nell’ambito di Ecomondo, è stato l’amministratore delegato del gruppo, Angelo Riccoboni

L'impianto di Predosa, costruito con un investimento di circa 5 milioni di euro (500 mila dei quali provenienti da un finanziamento della Regione Piemonte), permette di gestire quasi 5.000 tonnellate all'anno di filtri olio delle automobili, ovvero quasi un terzo della produzione nazionale (16.000 tonnellate). Dai filtri si ottengono quattro materiali totalmente riutilizzabili: metallo ferroso, alluminio, olio e carta.  Nell'impianto lavorano circa 60 persone.

A margine della cerimonia, Angelo Riccoboni ha commentato: “Siamo felici di questo prestigiosissimo riconoscimento nazionale, perché riteniamo sia importante cominciare a considerare i rifiuti una risorsa più che una problematica da risolvere.  Gli obiettivi dello stabilimento sono quelli di un recupero vicino al 100% delle quattro frazioni che compongono il filtro. Quel che è importante, soprattutto nell’ambito della green economy, è saper coniugare sostenibilità ambientale e occupazione, senza dimenticare lo sviluppo sia a livello locale che nazionale”.

 

 

MADE IN ITALY

Angelo Riccoboni